Dintorni Agriturismo Le Venelle

Da vedere nei dintorni

L'agriturismo Le Venelle è collocato non troppo distante dal mare,
né dai siti archeologici o centri storici importanti.

Roselle

Roselle

Vetulonia

Vetulonia

Lago dell'Accesa

Lago dell'Accesa

SITI ARCHEOLOGICI

Roselle 28 Km
Vetulonia 18 Km
Lago dell'Accesa 15 Km

Roselle

Sull' arce luminoso nel sole, il vento marino s' impiglia adirato nei cespugli di marrucche, sotto i tuoi passi sta, forse, la statua di un Dio o la fronte di un tempio.
“Rusellae” dal suo nome etrusco che significherebbe “scorrere delle acque, zona o paese delle correnti”, è qui, davanti alla pianura dove i secoli hanno svaporato il suo mare, un affascinante enigma dell' archeologia, che ora pezzo per pezzo il profilo della città romana sta affiorando dal terreno, mentre più a fondo quello etrusco attende il suo momento.
Un ritorno al passato dove poter osservare meraviglie come la casa dei mosaici, i vari tempietti, anfiteatri, le vasche termali e tanto altro che bisogna guardare e non solo leggere, quindi buona passeggiata.

Vetulonia

A quindici chilometri in linea d' aria N.O. sorgeva “Vethluna” il cui territorio si doveva concludere sulla riva destra del fiume Bruna, davanti allo specchio del lago Prile.
Vetulonia è un piccolo borgo etrusco che, dall' alto domina la pianura grossetana, è la più misteriosa delle città etrusche di essa resta pochissimo, ma di quel poco è posta all’interno del Museo Civico Archeologico “Isidoro Falchi”.
Splendido è il panorama che si può ammirare per il dolce declinare dei colli.

Lago dell'Accesa

A completare la ricchezza paesaggistica delle Colline Metallifere, con una particolare forma a ferro di cavallo, circondato da un fitto bosco ceduo di querce e lecci il lago dell’Accesa costituisce un piccolo e riservato habitat, che si presenta quasi inatteso al visitatore si tratta di un' area interessante sia dal punto di vista archeologico che dal punto di vista naturalistico. Questo lago ha visto nascere intorno a sé la civiltà molto presto, posto per la coltivazione dei numerosi pozzi minerari da cui si poteva facilmente estrarre oro, argento, ed altri minerali preziosi.
Numerose sono le leggende che nel corso dei secoli il lago si fà oggetto, sopratutto originate dal suo nome “il lago che si accende”, per la sua anomala profondità.
Quella che si ricorda e viene narrata dice che al posto del lago si trovasse un campo di grano, il proprietario disinteressandosi delle celebrazioni in onore della santa, protettrice dei mietitori, costrinse i suoi contadini a proseguire il lavoro anche nel giorno a lei dedicato, il 26 luglio. Fatto sta che durante il lavoro, tutti i contadini ed i buoi vennero inghiottiti dalla terra e nel medesimo punto sorse il lago. La leggenda racconta infine che nelle notti estive a volte si senta ancora il canto.

BORGHI MEDIEVALI

Montemassi 6 Km
Sticciano 17 Km
Montepescali 18 Km
Roccatederighi 10 Km
Massa Marittima 22 Km
Tatti 9 Km
Monterotondo Marittimo 38 Km
Roccastrada 16 Km

Montemassi, Sticciano, Montepescali

Montemassi

Montemassi

Sticciano

Sticciano

Montepescali

Montepescali

Montemassi è un piccolo centro di quasi 200 abitanti, ad un’altezza di 280 mt.
Il suo centro storico è molto pittoresco, famoso anche per la sua rocca immortalata da Simone Martini nel “Guidoriccio”. Avvicinandosi al paese si notano i resti di un imponente castello che è sicuramente il più importante monumento di tutto il territorio di Roccastrada. All’interno della tenuta di Rocca di Montemassi, che domina la Maremma, è accolto Il Museo della Civiltà Rurale, manifesto del passato rurale e dell’identità del territorio che lo ospita. Inoltre da visitare vi è il: Castello di Montemassi, un imponente fortificazione medievale che sovrasta l' intero borgo dalla collina, le Mura di montemassi, un sistema murario difensivo che con le sue cortine, scende dal castello fino a delimitare l'intero borgo. La Chiesa di Sant'Andrea Apostolo, la Chiesa di Santa Maria delle Grazie e il Palazzo Capezzolo. Ma quello che rende davvero affascinante e di sicuro ammirare un bellissimo panorama fatto di verde e pianura, e tanta quiete da mozzare il fiato.
Sticciano è un piccolo borgo che si trova in provincia di Grosseto, nel comune di Roccastrada. Il caratteristico borgo, situato sulla cima di un colle e circondato da una rigogliosa campagna, è uno dei tanti paesi del territorio nato intorno ad un antico castello. Il paese gode di una straordinaria vista che gli consente di dominare tutta la pianura attraversata dai torrenti Rigo, Bai e Asina.
Denominata "Balcone della Maremma" per il panorama che vi si può ammirare su tutta la fascia costiera, il borgo di Montepescali ha ben conservato il suo patrimonio storico-artistico. Frazione del comune di Grosseto, è situato sulla cima di una collina all'estremità settentrionale del territorio comunale, in un'area collinare tra la Valle dell'Ombrone, le Colline metallifere e la Maremma. Il borgo ha ben conservato le mura, con la "Torre senese", e un bastione "a tre punte" del '500. Di epoca medievale è anche il "Palazzo dei Priori", sede dell'antico comune. Inoltre, vi è la presenza di numerose chiese, alcune delle quali scomparse o trasformate in edifici adibiti ad altro uso nel corso dei secoli. Infine, merita una visita anche il Museo di storia locale Ildebrando Imberciadori.

Roccatederighi, Massa Marittima, Tatti

Roccatederighi

Roccatederighi

Massa Marittima

Massa Marittima

Tatti

Tatti

Roccatederighi sorge alle pendici del Monte Sassoforte, a 538 metri sul livello del mare, incastrata su uno sperone di roccia vulcanica nascosto tra le enormi pietre di riolite, chiamati "i massi", si staglia il suo profilo di torri e tetti, perfettamente integrato con la natura circostante dal quale si può godere una magnifica vista sull'Alta Maremma. Durante il primo fine settimana di agosto Roccatederighi si trasforma, vi ritroverete proiettati indietro di qualche secolo, esattamente, nel Medio Evo. Gli abitanti vestiti in abiti rigorosamente storici, li vedrete passeggiare, la sera i vicoli illuminati con le torce, e tutto il borgo viene allietato da giullari, cantastorie e ogni genere di saltimbanchi. Troverete bancarelle che vi offriranno ogni genere di mercanzia, verrete serviti con piatti cucinati secondo le antiche ricette della zona, con gli ottimi prodotti locali, tutto ovviamente accompagnato da buon vino.
Massa Marittima, è considerata una delle gemme medievali della Toscana. Città d’arte adagiata tra le Colline Metallifere, ricca di bellezze storiche, architettoniche ereditate da un florido passato.
E suddivisa in due nuclei, Massa Vecchia e Massa Nuova. Dal borgo medievale, fino alla città nuova, si possono percorrere i vicoli antichi che si intrecciano nel centro storico salendo fino alla parte alta del borgo;dove è facile trovare angoli suggestivi e punti panoramici che si affacciano a valle fino al mare. Molti dei luoghi più significativi, sono racchiusi dalla piazza della città: l'imponente Cattedrale di San Cerbone, il Palazzo Comunale, le Fonti che cingono il famoso affresco dell’Abbondanza e il Palazzo del Podestà sede del museo archeologico.
Salendo in Città Nuova si incontra il complesso di San Pietro all’Orto, con il chiostro di Sant’Agostino, la Torre del Candeliere e la Fortezza Senese.
Nella parte più orientale del territorio di Massa Marittima si trova Tatti, un piccolo borgo medievale posto sulla cima di un colle, raccolto attorno alla rustica rocca.
l borgo è racchiuso dentro le sue antiche mura ben conservate in pietra e a tratti addossate ad alcune abitazioni, dove spicca una porta d'entrata e caratteristica Rocca aldobrandesca, il cassero di origini medievali posizionato sulla vetta della collina.
Nel centro storico si trovano inoltre le chiese di San Sebastiano e di Santa Maria Assunta, entrambe di origine medievale.

Monterotondo Marittimo, Roccastrada

Monterotondo Marittimo

Monterotondo Marittimo

Roccastrada

Roccastrada

Nascosto tra boschi di castagni, sperduto nelle Colline Metallifere esiste un piccolo angolo di paradiso ancora inesplorato. Monterotondo Marittimo e un tipico borgo medievale, il suo nome deriva dalla forma conica del colle sul quale è situato. Visitando queste rovine e addentrandosi nei pittoreschi vicoli del centro, si respira ancora quella lontana atmosfera medievale. La vera ricchezza che distingue Monterotondo Marittimo dagli altri borghi medievali Toscani consiste in un paesaggio unico al mondo. Il circondario offre molte attrattive: dalla deliziosa chiesetta romanica di S. Croce, il coevo Castello minerario di Cugnano, sito archeologico di grande importanza; le rovine dei Bagni del Re Porsenna, popolare centro termale durante l’VIII secolo; il Santuario della Madonna del Frassine, meta di pellegrinaggio di notevole richiamo. Ma appena fuori dal paese si trova il Parco delle Biancane dove, grazie ad un percorso guidato è possibile ripercorrere le tappe della storia della geotermia. Nella parte inferiore del Parco si possono osservare un Lagone naturale in piena attività e la Sorgente di Chiorba, dove l'acqua, proveniente dalle profondità della terra, sgorga ad altissima temperatura. Il terreno emana calore e l'aria è impregnata di zolfo, proseguendo la passeggiata si assiste anche fenomeni stupefacenti come le solfatare, le fumarole, i geyser, le mofete e i soffioni boraciferi, mentre lo sguardo è attratto dai colori insoliti delle rocce e della vegetazione.
Roccastrada è il capoluogo di un vasto comune in provincia di Grosseto, il classico borgo medievale immerso nella storia e nella natura. Il pittoresco paese nasce su una singolare piattaforma di roccia trachitica ad un'altitudine di 475 metri. Una visita al borgo ci permette di entrare nella consueta trama di strette viuzze e scalinate di impianto medioevale. Il centro storico si svolge lungo il crinale di una "terrazza" di roccia riolitica dove le modeste abitazioni del borgo convergono verso le "carceri", vecchio centro politico dell'antico castello. Mentre non resta niente delle antiche difese e della rocca ad eccezione di un tratto delle mura, a levante, sul quale sono state alzate le case.

ZONE MARITTIME

Follonica 29 Km
Punta Ala 42 Km
Cala Violina 37 Km
Marina di Grosseto 35 Km
Principina a Mare 50 Km
Castiglione della Pescaia 32 Km

Follonica, Punta Ala, Cala Violina, Marina di Grosseto, Principina a Mare, Castiglione della Pescaia

Follonica

Follonica

Punta Ala

Punta Ala

Cala Violina

Cala Violina

Marina di Grosseto

Marina di Grosseto

Principina a Mare

Principina a Mare

Castiglione della Pescaia

Castiglione della Pescaia

Follonica è una citta turistica, posta al centro del golfo medesimo si trova davanti a se l'isola d'Elba.
In estate si popola di turisti a cui offre uno splendido mare, spiaggie sabbiose e molti servizi con i quali ha conquistato più volte la bandiera blu d'Europa che ne certifica l'alta qualità delle acque e della costa. Offre divertimento per piccoli e grandi con le sue pinete attrezzate, il parco acquatico, il lungomare pedonabile e la sera si trasforma per accogliere il popolo della notte.
Poi abbiamo Castiglione della Pescaia, borgo medioevale. che per la qualità del mare, delle spiagge e dell'offerta turistica è da considerarsi un'esclusiva meta turistica. Nel territorio del comune è presente anche Punta Ala il cui mare è bordato da una magnifica scogliera con piccole spiagge raggiungibili in barca dove è difficile trovare la folla chiassosa delle grandi spiagge ed è facile trascorrere soggiorni nel silenzio e nel riposo di maestose pinete.
La pineta, presente in quasi tutta la costa, è composta essenzialmente da vecchi pini marittimi, lecci, sughere, ed arbusti sempreverdi, invita a passeggiate per osservare il gran numero di uccelli, anche migratori che fanno compagnia, nella macchia, a volpi, istrici e cinghiali. Infine dal castello di Punta Ala e dal borgo di Castiglione della Pescaia lo sguardo spazia sugli scenari incantevoli della costa rocciosa, sul boscoso Scoglio dello Sparviero, Punta Hidalgo, la riserva naturale della Diaccia Botrona e verso nord fino alle spiagge di Follonica.
Una caletta, non molto ampia, racchiusa tra due promontori caratterizzata da una sabbia bianca finissima e da un mare molto trasparente è Cala Violina suggestivo angolo della Maremma grossetana che si trova nel cuore della Riserva Naturale delle Bandite di Scarlino. Raggiungibile solo a piedi o in bicicletta lungo tre percorsi immersi nella macchia mediterranea che giunge a pochi metri dall'acqua. La particolarità che la rende unica e nei suoni che la spiaggia emette quando viene calpestata da chi l'attraversa, in assenza di fonti sonore di rilievo; effetto percepibile nei periodi di bassa stagione, visto il grande affollamento del luogo durante la stagione estiva.
Marina di Grosseto e Principina Mare, distanti pochi chilometri dal capoluogo grossetano, sono immerse nella pineta che lambisce tutta la costa maremmana. Questi piccoli centri, in estate si trasformano in vere e proprie città turistiche che oltre alle immense spiagge offrono ai turisti ogni tipo di servizio. All'interno di Marina di Grosseto è presente inoltre un porto turistico sulla foce del Canale di San Rocco, inaugurato nell'anno 2003.

Agriturismo Le Venelle,  Ribolla (Grosseto)

Mappa del Sito - Sitemap